Alcol, una sfida ma non da eroi

 

IL COMMENTO

di VIVIANA PONCHIA

ALCOL, UNA SFIDA MA NON DA EROI

 

QUEL GIORNO la preoccupazione era: va in gita in montagna con la scuola, nevica e vuole mettersi le scarpe da ginnastica. Ma sì, bagnati e impara la lezione. Paranoie da madre fortunata, capricci da privilegiato. Nessun altro pericolo in vista, asteroide e autista kamikaze solo ipotesi remote nel suo mondo di buone letture, amicizie trasparenti e bambagia. La legnata arriva da Face book inaspettata come l’investigatore che consegnale prove del tradimento. C’è lui, la faccia bionda e innocente. Sorride nel video sotto la neve, chissà che freddo ai piedi. Però

che romantici questi ragazzi che si filmano nella bufera. Pronuncia la frase di rito: «Ringrazio Tizio perla nomination e nomino a mia volta

Caio. . . ». In mano ha una bottiglia, non è aranciata. Ricordi quel modo particolare di portare alla bocca il biberon, il gesto di pura necessità biologica. Ma sono le dieci del mattino, è birra scura. Il minorenne la

tracanna in un flato, si guarda attorno soddisfatto. Sapevi della Neknomination, l’ultima follia degli adolescenti, la gara a chi beve di

più e in più in fretta. L’avevi derubricata ad allarme per quattro deficienti autolesionisti, la piccola minoranza scema così distante dalla sua maggioranza assennata, includendo il giudizio implicito sulla miopia delle famiglie che non intercettano lo sguardo annegato nel brandy. E tu invece dove eri? Che cosa hai visto nei suoi occhi prima di spiare in un social network?

LO INCHIODI alle decine di «mi piace» che celebrano la sua impresa, cerchi di spaventarlo con racconti sul coma etilico. Sobrietà significa libertà. Vi credete ganzi e siete ridicoli. E come no. La vera preoccupazione diventa il, fatto che non ha l’aria colpevole. Ila messo tutto alla luce del sole. E f fiero di avere superato la sfida. Dal liceo classico Minghetti di Bologna all’Alfieri di Torino si formano task force di genitori inconsapevoli e spaventati. Abbiamo sottovalutato la pubblicità dell’amaro? Favorito l’offerta di rischio? Di sicuro il concetto di eroe non l’abbiamo spiegato bene.

 

QUOTIDIANO NAZIONALE 19-03-2014

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...